Origine e motivazioni della raccolta museale ENTELLA

L’idea nasce da un incontro occasionale, la sera della vigilia della festa della Madonna della Favara (settembre 2016), durante il concerto musicale in piazza, mentre Calogero Raviotta presenta brevemente a Nino Colletti gli oggetti del piccolo museo etnografico, allestito nella sede del Centro Culturale Parrocchiale.

Viene concordata una visita alle case del feudo Vaccara, dove vari oggetti e attrezzi agricoli e pastorali sono depositati in una delle stalle dismesse, pere prendere in considerazione, dopo aver verificato lo stato di conservazione, l’ipotesi di costituire una raccolta museale.

L’interesse culturale di Calogero ed il profondo legame affettivo di Nino con gli oggetti, le strutture, le case del feudo e tutto l’ambiente circostante, che gli ricordano la sua vita fin da ragazzo trascorsa nell’azienda familiare all’ombra della storica Rocca Entella, sono due circostanze che favoriscono la realizzazione della raccolta museale Entella, grazie anche all’apporto di alcuni collaboratori sia per l’aspetto culturale sia per l’aspetto organizzativo.

Questa struttura culturale privata dell’Azienda Agricola Colletti viene messa a disposizione di quanti vogliono visitarla, nel rispetto di alcune norme di sicurezza e organizzative, dopo aver visitato le varie e interessanti espressioni del patrimonio culturale e ambientale circostante: sito archeologico di Entella, Grotta Entella, lago Garcia, ecc.

A tal scopo una parte dell’ampio locale della raccolta museale è attrezzata con panchine e tavoli, che, preavvisando in tempo utile, possono essere messi a disposizione per l’eventuale sosta e ristoro dei visitatori nel corso degli itinerari turistici locali.

Nota - L’elenco dettagliato del materiale, degli oggetti e dei documenti esposti è riportato nel Glossario in quattro lingue (italiano, arbresh, siciliano e inglese), testo a disposizione di quanti visitano la raccolta museale.

Per eventuali informazioni (persone cui rivolgersi, numeri telefonici, e-mail) gli interessati possono contattare: Centro Culturale Parrocchiale, Ufficio Turistico, Biblioteca, Antiquarium “G. Nenci”, Associazione “Nicolò Chetta”, Associazione Vivere Slow e altri operatori culturali locali.

Stampa Email

Raccolta museale Entella

In un ampio locale (un'antica stalla dismessa, opportunamente adattata), dal mese di agosto 2017, raggruppati in tre sezioni (agricola, pastorale, casalinga) sono esposti oggetti, materiale vario, attrezzi, ecc. dell’attività locale agricola, pastorale, casalinga, artigianale, ecc. Una quarta sezione, in corso di allestimento, sarà dedicata anche alla esposizione di documenti, fotografie, stampe, disegni, ecc. per far conoscere il territorio di Contessa (trazzere, sentieri, abbeveratoi, flora e fauna, testimonianze storiche, archeologiche e monumentali, casolari e masserie, ecc.).

Col supporto culturale dell’Associazione “Nicolò Chetta” e dell' Associazione Vivere Slow, per finalità didattiche e per dare brevi ma significative informazioni ai visitatori, sarà messa a disposizione degli interessati una “Guida delle raccolte museali di Contessa” ed un glossario in quattro lingue: italiano e inglese, in dialetto siciliano e in arbresh (antica lingua albanese da oltre 500 anni ancora parlata a Contessa). 

Origine e motivazioni della raccolta museale ENTELLA

Stampa Email

Trekking nel parco dei monti sicani

Vivere Slow propone diverse escursioni nel Parco dei Monti Sicani, nella ex Riserva Naturale Orientata Santa Maria del Bosco e Monte Genuardo. Le escursioni hanno tre livelli di difficoltà, e possono essere svolte anche nella stessa giornata, dato che gli utenti potrebbero essere accompagnati da più operatori:

Facile (adatto a tutti, una semplice passeggiata in mezzo al bosco)

Medio (una passeggiata in mezzo ai boschi, attraverso sentieri mediamente difficoltosi)

Impegnativa (trekking nel bosco di parecchi chilometri)

Potrete scegliere tra diverse opzioni:

Solo escursione

Escursione con degustazione presso il nostro centro.

Escursione con pranzo al sacco (vi sarà fornito uno zaino da trekking con tutto il necessario; lo zaino sarà restituito alla fine dell'escursione).

Tempi:

Le escursioni possono essere fatte in qualsiasi giorno della settimana previa appuntamento/prenotazione (anche escursioni notturne!)

 

Stampa Email

Una giornata slow

"Una giornata slow" è una giornata da passare a Contessa Entellina e nel suo territorio, visitando e degustando i prodotti della tradizione locale. La scelta è ampia e prevede diverse opzioni, quindi vi consigliamo di contattarci per organizzare il programma in base alle vostre esigenze, per un'esperienza che possa essere vissuta al meglio!

L'offerta è in continua evoluzione e aggiornamento, per consentirvi di assaporare al meglio il nostro territorio:

  • Visita del paesino di Contessa Entellina fino alle due maggiori chiese, scoprendone i tesori e i vicoli del centro storico.
  • Visita e osservazione del lavoro artistico del Maestro Giallo (ceramista e scultore)
  • Visita dell'Antiquarium di Entella "G. Nenci"
  • Partecipazione a eventi tradizionali e/o organizzati appositamente per voi
  • Partecipazione a laboratori per bambini e adolescenti di vario genere
  • Percorsi di onoterapia e trekking somatato con il nostro asino

L'organizzazione della giornata prevede un minimo di cinque partecipanti.

Adatta a tutte le fasce di età

Per tutte le attività ci sarà sempre qualcuno dell'associazione al vostro fianco.

Una giornata slow è all'insegna dell'accoglienza e dello scambio. Ci proponiamo di offrirvi un'esperienza di arricchimento, di donarvi nuove prospettive da cui osservare il mondo, per scoprire la bellezza della Sicilia Nascosta!

Per maggiori informazioni contattare l' Associazione Vivere Slow

Stampa Email

Il Castello di Calatamauro

L'Associazione Vivere Slow gestisce l'Area Archeologica Naturalistica Castello di Calatamauro a Contessa Entellina. Potrete essere accompagnati gratuitamente all'interno dell'area, nei tre sentieri di diversa difficoltà che portano al Castello di Calatamauro e ad un antico Mulino ad acqua, e godervi un meraviglioso panorama.

Per maggiori informazioni, visitate il sito internet dedicato cliccando qui oppure scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa Email