Italian Arabic Chinese (Traditional) Czech Dutch English French German Russian Spanish
Vivere Slow
Ritornare alle origini per scoprire la bellezza
Eventi & Convegni
Partecipa alle nostre iniziative
Itinerari & Esperienze
Arrenditi alla bellezza... conquista i tesori della Sicilia nascosta
Educazione ambientale per le scuole
Visite guidate, birdwatching, laboratori nella natura, momenti di crescita

Entella

La Rocca d'Entella si trova nel territorio del comune di Contessa Entellina, vicino al fiume Belice, in un territorio abitato fin da epoche preistoriche. 

 

 GUARDA IL FILMATO

Potete ascoltare la spiegazione attraverso il lavoro svolto dalla Rete Museale Belicina

ANTIQUARIUM DI ENTELLA

L’idea nasce da un incontro occasionale, la sera della vigilia della festa della Madonna della Favara (settembre 2016), durante il concerto musicale in piazza, mentre Calogero Raviotta presenta brevemente a Nino Colletti gli oggetti del piccolo museo etnografico, allestito nella sede del Centro Culturale Parrocchiale.

Viene concordata una visita alle case del feudo Vaccara, dove vari oggetti e attrezzi agricoli e pastorali sono depositati in una delle stalle dismesse, pere prendere in considerazione, dopo aver verificato lo stato di conservazione, l’ipotesi di costituire una raccolta museale.

In un ampio locale (un'antica stalla dismessa, opportunamente adattata), dal mese di agosto 2017, raggruppati in tre sezioni (agricola, pastorale, casalinga) sono esposti oggetti, materiale vario, attrezzi, ecc. dell’attività locale agricola, pastorale, casalinga, artigianale, ecc. Una quarta sezione, in corso di allestimento, sarà dedicata anche alla esposizione di documenti, fotografie, stampe, disegni, ecc. per far conoscere il territorio di Contessa (trazzere, sentieri, abbeveratoi, flora e fauna, testimonianze storiche, archeologiche e monumentali, casolari e masserie, ecc.).

La Grotta di Entella
E’ una cavità ormai inattiva, poiché al suo interno non vi è più scorrimento costante di acqua. La parte attualmente rilevata ha uno sviluppo complessivo di circa 400 metri. Recenti esplorazioni, condotte dal personale della riserva e da volontari del C.A.I. di Petralia Sottana, hanno permesso di scoprire un nuovo ramo, posto a quota più alta degli altri livelli conosciuti, di notevole interesse archeologico, speleologico e geologico. Lo sviluppo complessivo della grotta è così salito a circa 1 Km. L’ingresso, di forma vagamente ellittica (1,50 x 1,40 mt.), si apre alla base della parete Ovest della Rocca, ad una quota di 388 mt. Era il punto in cui le antiche acque ritornavano alla luce dopo il percorso nel cuore della montagna.
Il tratto iniziale della grotta è costituito da una galleria meandriforme lunga circa 10 mt. e larga 1, attraverso la quale si raggiungono le parti più interne del sistema carsico sotterraneo, passando per grandi saloni, piccoli salti, tratti appena percorribili per le ridotte dimensioni, scivoli e pozzi che immettono nei rami più alti della grotta. Questa, infatti, si sviluppa su almeno 4 livelli di gallerie.
La visita di una grotta è sempre una “avventura” per i visitatori occasionali, ma ancora di più lo è la visita di una grotta nei gessi. Le pareti, costituite da macro cristalli di gesso, luccicano alla luce delle torce, mentre splendide infiorescenze di cristalli di gesso, stalattiti e stalagmiti contribuiscono a rendere ancora più suggestivo questo scenario da fiaba. Sulle pareti della grotta si notano i segni che l’acqua ha lasciato nel suo incessante scorrere verso il basso, i canali di volta e i pendenti, i consistenti depositi di materiale alluvionale trasportati dal fiume sotterraneo e poi abbandonati dentro la cavità. Nel ramo di recente scoperta sono stati rinvenuti vari reperti di interesse archeologico: ossa, cocci, etc. Un ramo che, tra l’altro, è di notevole interesse estetico.
Istituzione della Riserva
La Riserva Naturale Integrale “Grotta di Entella” è inserita nel Piano Regionale dei Parchi e delle Riserve Naturali, ed è stata istituita nel 1995. La gestione è stata affidata al Club Alpino Italiano – Sicilia con il compito di salvaguardare l’integrità della grotta e promuovere la ricerca scientifica e le iniziative tendenti a diffondere la conoscenza dei beni naturali presenti nell’area protetta. Le prime esplorazioni in zona risalgono agli anni ’50. Il territorio sottoposto a tutela rappresenta una piccola porzione dell’intero rilievo della Rocca di Entella, estendendosi per circa 13 ettari.


Direttrice Dott.ssa Enza Messana
Telefono: 3474322207

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per maggiori informazioni visitate il sito del CAI Sicilia oppure la pagina facebook https://www.facebook.com/grottaentella/

(Testo tratto dal sito del Cai Sicilia)

riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella
riservaentella